Docenti

Eugenio Allegri

Eugenio Allegri Torinese, diplomato nel 1979 alla Scuola di Teatro di Bologna diretta da Alessandra Galante Garrone, inizia la sua avventura di "Comico dell'Arte" partecipando al suo primo stage sulla Commedia dell'Arte tenuto in Italia nel 1978 da Jacques Lecoq. Inizia l'attività professionistica con la cooperativa Nuova Scena di Bologna, sotto la direzione artistica di Vittorio Franceschi e Francesco Macedonio, interpretando i “Dialoghi” di Ruzante; alla regia, insieme a Macedonio, c'è proprio lui: Jacques Lecoq. Nel 1980, ancora con Nuova Scena, è ne “Gli uccelli” di Aristofane, nella traduzione di Angelo Dallagiacoma, per la regia di Memé Perlini; nella parte del coro ci sono gli Area. Nel 1981 partecipa a "L'opera dello Sghignazzo", scritto e diretto da Dario Fo, prodotto dal Teatro Stabile di Torino. Dal 1982 al 1984 entra a far parte del Tag Teatro di Venezia, la più importante compagnia italiana di Commedia dell'Arte, diretta da Carlo Boso. Con la maschera di Arlecchino partecipa agli spettacoli “Il falso Magnifico” e “L'assedio della Serenissima”, in tournée in tutta Europa. Nel 1986 é chiamato a Bologna da Leo De Berardinis per partecipare agli spettacoli “Novecento e Mille” prima e “La tempesta” di Shakespeare poi, prodotti dalla cooperativa Nuova Scena. L'ultimo lavoro con il Teatro di Leo (di cui è tra i fondatori), in coproduzione con i Teatri Uniti di Napoli, sarà “Ha 'da passà a nuttata”, dall'opera di Eduardo De Filippo, Premio UBU come miglior spettacolo italiano del 1990. Lavora poi con la compagnia torinese Assemblea Teatro, diretta da Renzo Sicco. Nel 1992 inizia la collaborazione con il Laboratorio Teatro Settimo di Torino: è tra gli interpreti de “La storia di Romeo e Giulietta” per la regia di Gabriele Vacis. Nel 1993, anno delle Celebrazioni Goldoniane, viene messa in scena, sempre con la regia di Vacis, “La trilogia della villeggiatura”. La necessità di un lavoro personale, si concreta nell'incontro con Gabriele Vacis e Alessandro Baricco. I tre torinesi insieme producono quello che diventerà un grande successo: “Novecento”, monologo teatrale che debutta al Festival di Asti nel giugno del 1994. Nuovamente con Gabriele Vacis e il Teatro Settimo è in “Canto per Torino” e ne “Gli uccelli” di Aristofane. Nel 1997 è tra i protagonisti del “Re Lear” di Shakespeare, prodotto dalla compagnia Franco Parenti di Milano per la regia di Andrée Ruth Shammah. Nel 1998 è nel gruppo di attori e musicisti che, diretti da Alessandro Baricco e Gabriele Vacis, danno vita a “Totem”, prodotto dalla Fandango, che, dopo una acclamata tournée italiana, viene programmato in prima serata da Carlo Freccero su Rai2. Sempre nel '98, fonda, a Torino, la Società Cooperativa ArtQuarium; la prima produzione sarà, nel 2001, “Shylock”, dell'autore e attore inglese Gareth Armstrong, per la regia di Luca Valentino. Intanto nel febbraio 2000 ha debuttato con un nuovo monologo, “La storia di Cirano”, da Rostand, scritto insieme a Gabriele Vacis che ne sarà il regista: lo spettacolo è prodotto dal Teatro Stabile del Veneto con cui l'anno precedente Allegri ha firmato la regia de “Il re cervo” di Carlo Gozzi. Nel 2001, è chiamato dal Teatro Stabile di Genova per partecipare a “Sei personaggi.com” di Edoardo Sanguineti, per la regia di Andrea Liberovici. Il 2002 segna l’inizio della collaborazione con il Teatro dell’Archivolto di Genova. Diretto da Giorgio Gallione, interpreta un monologo tratto dal racconto di Ian McEwan, “L’uomo nell'armadio” sarà poi in “Cosmica luna”, da Italo Calvino. Sempre nel 2002, in dicembre, debutta nello spettacolo "Morte accidentale di un anarchico" di Dario Fo, nel ruolo che fu proprio dell'attore; spettacolo prodotto da Teatridithalia di Milano con la regia da Elio De Capitani e Ferdinando Bruni. Nel 2004, con i musicisti/clown della Banda Osiris, scrive, dirige e interpreta “L'ultimo suonatore”, ispirato all'opera del grande attore comico tedesco Karl Valentin. Mentre continua a lavorare con i teatri torinesi, porta avanti la collaborazione con Genova e il Teatro dell’Archivolto. Sempre con la regia di Giorgio Gallione, nel 2008 è protagonista del monologo di Giorgio Gaber e Alessandro Luporini, “Il dio bambino” e, nel 2010, è tra gli interpreti di “Pizzeria Kamikaze” di Etgar Keret. Tra il 2010 e il 2012 partecipa come protagonista a due spettacoli prodotti dal Teatro Stabile di Torino e diretti da Gabriele Vacis: “Zio Vanja” di Anton Checov e “Rusteghi, i nemici della civiltà” di Antonia Spaliviero, da Carlo Goldoni. Nel novembre 2011 ha debuttato in “Cronache dal diluvio universale” di Gianni Celati, per la regia di Nicola Bonazzi, prodotto dalla compagnia teatrale ITC S.Lazzaro. Il 27 ottobre del 2012 debutta a Genova, in Prima Nazionale, lo spettacolo “Berlinguer. I pensieri lunghi”, scritto e diretto da Giorgio Gallione e prodotto dal Teatro dell'Archivolto in collaborazione col Teatro Stabile di Genova; in tournée nella stagione teatrale. Parallelamente all'attività, praticata in forma sperimentale, di drammaturgia e regia, e a quella pedagogica, in particolare sulla Commedia dell'Arte, tenuta in Italia e in Europa, Eugenio Allegri conta alcune partecipazioni cinematografiche, diretto da registi quali Daniele Segre, Salvatore Maira, Antonello Grimaldi, Carlo Lizzani, Alessandro Siani, Marco Ponti, Flavio Moretti, Vanni Vallino, Giulio Base, Marco Turco oltre a numerosi incontri e collaborazioni con importanti musicisti italiani: dagli Area a Gaetano Liguori, da Daniele Sepe a Stefano Bollani, da Xenia Ensenble a Les Nuages Ensenble, da Mario Totaro e Michele Mariotti a Fabio Gurian, da Ramberto Ciammarughi a Daniele Di Bonaventura e molti altri.

Commedia dell'Arte
Corso Triennale per Attori | Corso Biennale per Registi

Cecilia Andreasi

Cecilia Andreasi Laureanda in lingue e letterature straniere all’Università Statale di Milano, frequenta dall’età di nove anni corsi di lingua in Inghilterra, Scozia, Irlanda, Spagna, Francia e Russia, conseguendo i relativi esami: Trinity 4th grade, PET, FIRST, DELE B2, DELF B1, DELF B2. All’età di diciott’anni lavora a Winchester come activity leader in lingua inglese per ISIS Education and Travel. Dopo essersi diplomata alla STM nel 2016, collabora in qualità di consulente linguistico allo spettacolo “Green Day’s American Idiot”, diretto da Marco Iacomelli, e traduce in lingua inglese il libretto dell’opera lirica “Delitto e Dovere”, in scena alla sessantesima edizione del Festival dei due mondi di Spoleto.

Lingue
Corso Triennale per Attori | Corso Biennale per Registi | Master Annuale per Direttori Musicali

Andrea Ascari

Andrea Ascari Si diploma in pianoforte con il Maestro Franco Scala. Si laurea in Musicologia a Parma sotto la guida di Claudio Gallico con una tesi su "Nijinsky Coreografo" e con un Master a Bologna in Management dello Spettacolo dal Vivo (Ater-Dams 2001/02). Si diploma come Attore di Musical presso la Bernstein School of Musical Theatre diretta da Shawna Farrell. Studia poi canto lirico con Gianfranco Boretti, voicecraft con Nathan Martin e canto legit con Kimberle Moon. Si diploma come insegnante di Iyengar Yoga, livello: Introductory II. Debutta in teatro con Sabina Guzzanti in “Con Fervido Zelo” (1991), debutta nel musical in “Side By Side By Sondheim” (regia M. Farau, Cantiere d’Arte Montepulciano, 2000) e calca le scene fino a “Jackie O.” (regia D. Michieletto, Lugo Opera Festival 2008) e “Sweeney Todd” (regia R. Cucchi, Teatro Comunale Bologna, 2009). Produce insieme alla BSMT il debutto italiano di “Company” di Stephen Sondheim (regia M. Farau, Trieste, 2003). Si dedica alla traduzione e al debutto italiano di capolavori del Musical Theatre quali “Company”, “Sweeney Todd”, “Into the Woods, “Assassins”, “A Little Night Music” di S. Sondheim, “Nine” e “Grand Hotel” di M. Yeston, “The Secret Garden” di Norman & Simon, “Chess” di Andersson & Ulvaeus (Abba), “Urine Town” di Hollmann & Kotis, “Parade” di J. R. Brown, “The Wild Party” di M. J. LaChiusa. Si occupa inoltre di libretti e sovratitoli per le rappresentazioni di “Ragtime” di Flaherty & Ahrens, “Kiss of the spiderwoman” di Kander & Ebb (Teatro Comunale Bologna 2011), “Spring Awakening” di Sater & Sheik e “Les Miserables” di Boublil & Schönberg (Teatro Comunale Bologna 2012). Per gli Oblivion traduce “How to Succeed in Business Without Really Trying” di F. Loesser. Per Arturo Brachetti traduce e adatta le canzoni di “Arpa di Sera, Bel Canto (Si Spera!)” e “Gran Varietà Brachetti”. Traduce le liriche di “Fame” di Margoshes & Levy. Insegna Iyengar Yoga presso lo Yoga Studio di Milano.

Tecnica Vocale | Canto | Repertorio | Canto Corale | Teoria, Tecnica e Percezione Musicale | Storia del Musical | Yoga
Corso Triennale per Attori | Corso Biennale per Registi | Master Annuale per Direttori Musicali | Corsi di Musical | Corsi di Canto

Sandro Avanzo

Sandro Avanzo Da sempre interessato al cinema e al teatro, è negli anni “caldi” del DAMS di Bologna che cresce e dà forma strutturata alla sua cultura teatrale e cinematografica, frequentando anche corsi di recitazione, non con l’intento intraprendere la carriera del palcoscenico ma per avere conoscenza dall’interno degli strumenti necessari per esprimersi nello spettacolo dal vivo. Arriva all’università col bagaglio musicale di 8 anni di pratica del pianoforte, studiato privatamente. L’amore per il musical gli si scatena come un fulmine da bambino quando vede per la prima volta My Fair Lady con Audrey Hepburn. Tale amore (forse si dovrebbe parlare più opportunamente di una sua malattia o di una sua religione) non lo abbandona più e lo porta a raccogliere nel tempo migliaia di LP e CD, VHS e DVD di differenti allestimenti di musical, prima come collezione poi divenuto un vero archivio. Nei primi anni ’80 inizia a scrivere di teatro e cinema per riviste come Sipario, Altri Media, Excelsior, esperienza che lo porta dalla natìa Romagna nella metropoli milanese. Qui dall’89 diventa la voce del mondo teatrale dai microfoni di Radio Popolare. È tra i pochi critici con la doppia iscrizione al sindacato dei critici cinematografici SNCCI (dal 1997) e al sindacato dei critici teatrali ANCT (dal 2009). Nel 1992 viene invitato a far parte della giuria del Premio Ubu (il più autorevole dei premi teatrali nazionali), mentre nel 2008 il Ravenna Festival gli chiede di scrivere i programmi di sala per i musical presentati nel proprio cartellone, adesioni non più interrotte da allora. In campo editoriale suoi saggi e interventi critici compaiono su volumi di Mondadori, Lindau, Feltrinelli, Celip ed Edizione Gruppo Abele, mentre per il Dizionario dello spettacolo del ‘900 (Baldini e Castoldi, 1998) ha firmato le voci dedicate al musical e al teatro di rivista. Per la Titivillus Edizioni è il curatore del volume Una storia – Dal festival Teatro Europeo al festival Teatro a Corte. La sua attività giornalistica è ininterrotta e tra le sue collaborazioni continuative compaiono testate come Musical!, Hystrio, Linus, Vanity Fair, Ciak, Film TV. È spesso chiamato a far parte di giurie teatrali tra cui il prestigioso Premio Garrone al Festival di Radicondoli o il Premio Hystrio. Nel campo del musical è stato selezionatore per il Premio Etta Limiti-Musical organizzato nel 2014 da Paolo Limiti al Manzoni di Milano e giurato all’Oscar del Musical al Brancaccio di Roma nel 2016.

Analisi del Repertorio del Teatro Musicale
Master in Critica Giornalistica

Giovanna Avataneo

Giovanna Avataneo Laureata in Servizio Sociale all’Università degli Studi di Torino, studia doppiaggio alla Dream&Dream diretta da Marcello Cortese e Valeria Falcinelli. Si diploma alla SDM di Milano come attrice di musical e si specializza in canto pop alla Hope Music School di Roma. Collabora come docente di recitazione per diverse scuole di teatro tra cui la Fondazione Oliver Twist e l'associazione Dynamo Camp Onlus.

Dizione e Tecnica | Recitazione
Corso Triennale per Attori | Corso Biennale per Registi | Corsi di Musical

Renato Bonajuto

Renato Bonajuto Nato a Novara nel 1979, ha iniziato la sua carriera di regista come assistente di Beppe De Tomasi affiancandolo nei più prestigiosi teatri del mondo con i più grandi nomi della lirica. Nel 2004 diventa assistente di Luciano Pavarotti nella produzione de “La Bohéme” di Giacomo Puccini al Teatro della Fortuna di Fano. Ha al suo attivo oltre cento regie e quarantacinque titoli debuttati, vale ricordarne alcune come “Il matrimonio segreto” di Domenico Cimarosa e “La Traviata” di Giuseppe Verdi al Teatro Arriaga di Bilbao, “Il Barbiere di Siviglia” di Gioachino Rossini al Teatro Coccia di Novara, “Carmen” di Georges Bizet al Teatro della Fortuna di Fano, “Rigoletto” di Giuseppe Verdi al Teatro Goldoni di Livorno, “La Sonnambula” di Vincenzo Bellini e “Il Trovatore” di Giuseppe Verdi al Teatro Civico di Vercelli, “Aida” allo stadio di San Siro di Milano, “Pagliacci” di Ruggero Leoncavallo ad Ascoli Piceno. Dal 2009 è ospite dei Festival estivi di Firenze (Opera Festival), Massa Marittima (Lirica in piazza), Sarzana (Spiros Argiris). Abitualmente presente in giurie di concorsi di canto internazionali, ha tenuto masterclass presso i conservatori di Potenza e Darfo Boario Terme, Cantiere lirico di Livorno, Opera studio LTL (circuito dei teatri toscani) e ha preparato i finalisti dei concorsi “Spiros Argiris” di Sarzana, “Ritorna Vincitor” di Ercolano, “Gianluca Ricci” di Cattolica e "Magda Olivero" di Milano. Nel 2006 cura e allestisce ad Asti la mostra “Mafalda Favero una donna, una voce”. Collabora con Pippo Baudo per riportare la Lirica in tv, nelle trasmissioni di Rai 1 “Tribute – Serata d’onore” (2009) e “Tour de chant” di Domenica-In (2010). Nel 2012 allestisce assieme a Renato Bruson l’opera “Falstaff” di Verdi. Nel 2013 all’Opera di Stato di Istanbul mette in scena “Der Schauspieldirektor” di Mozart e “Prima la musica e poi le parole” di Salieri, inaugura la stagione lirica del Teatro Verdi di Pisa con “La forza del destino” di Verdi e al Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno allestisce “Un ballo in maschera”. Nel 2014 firma le regie di “Pinocchio”, opera lirica di Natalia Valli, al Teatro Verdi di Pisa in collaborazione col Festival Puccini di Torre del lago, “Tosca” di Giacomo Puccini al Teatro Goldoni di Livorno, “Il Barbiere di Siviglia” all’Ente Luglio Musicale Trapanese, “La Traviata” al Teatro Sociale di Mantova e “Madama Butterfly” al Teatro Bonci di Cesena. Nel 2015 mette in scena “Cendrillon” di Pauline Viardot e “Turandot” di Puccini al Luglio Musicale Trapanese, “La voix humaine” di Francis Poulenc con protagonista Tiziana Fabbricini al Festival Orizzonti di Chiusi. Inaugura la stagione lirica del Teatro Goldoni di Livorno con “La Traviata” e mette in scena al Teatro Verdi di Pisa “Il convitato di pietra” di Giacomo Tritto. Nel 2016 inaugura il nuovo teatro Il Maggiore di Verbania con “Madama Butterfly” e mette in scena “La Bohéme” di Puccini a Roma con Angela Gheorgiu, al Luglio Musicale Trapanese “Cendrillon” di Pauline Viardot, “La voix humaine” di Francis Poulenc, “Falstaff” di Giuseppe Verdi e ”L’Heure Espagnole” di Maurice Ravel.

Elementi di Drammaturgia Musicale
Master in Critica Giornalistica

Gillian Bruce

Gillian Bruce Nata a Londra compie i suoi studi come performer presso la Laine Theatre of Arts e si specializza presso la Royal Accademy e la Imperial Society of Teachers of Dancing, diplomandosi con il massimo dei voti e honours sia come ballerina che come insegnante in danza classica, modern jazz, tip tap e carattere. Dopo aver lavorato in diverse produzioni inglesi, sia televisive che teatrali, approda in Italia come ballerina solista in “Fantastico 4” (RAI 1), per continuare con “Te lo do io il Brasile” (RAI 1), Tastomatto (RAI 1), Chi tiriamo in ballo (RAI 1) e partecipando anche a diverse produzioni Mediaset. Passata successivamente alla coreografia e all’insegnamento, per il Teatro alla Scala di Milano firma le coreografie, al fianco di George Iancu, ne "La Vedova Allegra" con la regia di Pier Luigi Pizzi. Si occupa dei musical “Sugar, A Qualcuno Piace Caldo” con la regia di Federico Bellone, “Frankenstein Junior” di Mel Brooks della Compagnia della Rancia con la regia di Saverio Marconi e Marco Iacomelli e “Happy Days” con la regia di Saverio Marconi , “Il Libro della Giungla” con la regia di Adriano Bonfanti e la musica di Tony Labriola/Stefano Govoni, "High School Musical" (Disney) della Compagnia della Rancia con la regia di Saverio Marconi e Federico Bellone, "Peter Pan" con la regia di Arturo Brachetti e Maurizio Colombi, “Toc Toc a time for musical” con Manuel Frattini e la regia di Mauro Simone, “La Piccola Bottega degli Orrori” e “Annie” con la regia di F. Bellone e G. Secoli, “Crazy for You” con la regia di Lorena Crepaldi, Gianluca Ferrato e Simone Nardini, “Anything Goes” con la regia di Simone Nardini e Luca Fusi, di trasmissioni televisive “Ci vediamo su Rai 1” (RAI 1) , “Music Zoo” (All music rete A), dello spot “Lactacyd” prodotto da Buddy Film con la regia di Peter Daller, della sigla della trasmissione “Emilio” (Canale 5), degli stacchetti di “Drive in” (Canale 5), Videoclip Clan 537 per Video Music regia di Laura Del Zoppo, di diversi videoclips prodotti da Mediaset e di sfilate a livello internazionale. Proprietaria e direttrice artistica della scuola di danza del centro fitness 360gym di Milano. Dal 2008 è fondatrice e coreografa dell’innovativo gruppo di tap “I Tappers”. È personal trainer a livello coreografico e fisico di vari personaggi del mondo dello spettacolo.

Repertorio
Corso Triennale per Attori

Franco Fabbri

Franco Fabbri Franco Fabbri è Visiting Professor all’Università di Huddersfield (GB), Department of Music and Drama. Già ricercatore presso l’università di Torino, ha ottenuto l’abilitazione a professore ordinario. Insegna all’Università di Milano, al Conservatorio di Parma, al CESMA di Bioggio (Lugano), allo IED (Milano) e all’Accademia del Suono (Milano) e tiene lezioni e conferenze in varie università in Europa. Tra i fondatori della International Association for the Study of Popular Music, ne è stato due volte presidente. Ha sviluppato dagli anni ’80 una teoria dei generi musicali che costituisce una delle basi metodologiche più diffuse e citate dei popular music studies. È stato membro del comitato dei consulenti di Musica nel nostro tempo (Milano), consigliere di amministrazione del Teatro alla Scala, ed è attualmente membro del consiglio di amministrazione de I Pomeriggi Musicali di Milano, oltre che autore di programmi di sala e cicli di conferenze per teatri (la Scala, il Valli di Reggio Emilia, l’Arena di Verona) e festival (Musica nel nostro tempo, Biennale di Venezia, Angelica). Fa parte delle redazioni delle riviste Musica/Realtà e Popular Music. È co-fondatore e co-editor della collana Routledge Global Popular Music. Ha a lungo collaborato con Rai-Radio Tre, come conduttore del programma Radio Tre Suite. Il suo libro più recente è L’ascolto tabù, il Saggiatore, Milano, 2017 (seconda edizione). L’elenco delle sue pubblicazioni si può trovare su: https://hud.academia.edu/FrancoFabbri

Metodologia della Critica Musicale
Master in Critica Giornalistica

Elena Ferrari

Elena Ferrari Nata a Novara, attrice e regista, diplomata presso la Scuola del Piccolo Teatro di Milano fondata da Giorgio Strehler e diretta da Luca Ronconi, perfeziona la sua formazione con stage con la coreografa Carolin Carlson, con Bruce Meyers, Mamadoue Djoume e Marcello Magni (attori di Peter Brook). Laureata in Scienze della Comunicazione presso l'Università di Lettere e Filosofia di Torino. Ha lavorato in teatro con Giorgio Strehler, Luca Ronconi, Franco Però, Ruggero Cappuccio, Riccardo Muti, Jacques Lassalle, Giulio Bosetti, Tonino Conte, Paolo Ferrari, Paolo Bonacelli. Ha preso parte ad una quarantina di allestimenti interpretando Goldoni, Pirandello, Rostand, Lorca, Cechov, Verga, Guareschi, Feydeau, Tabucchi, De Filippo, Fausto Paravidino e tanti altri. Per il cinema e la televisione ha lavorato con Robert Golden (Wec Production, Londra), Laura Porrino, Alberto Rondalli, Corbucci e Pipolo, Solenghi-Lopez, G. Squizzato, Vanni Vallino e Mariano Lamberti. Ha co-scritto e co-prodotto gli spettacoli: “Cleopatra, Cesare e Antonio”, “Paloma” e “Sapere Tutto”. Dal 2007 collabora con la Compagnia Teatrale i Guitti di Brescia, con cui ha realizzato dieci allestimenti, tutti nel ruolo di protagonista. Nel 2012 inizia a collaborare con l'Accademia dei Folli di Torino debuttando con lo spettacolo “Il Bugiardo” di Carlo Goldoni. Dal 2011 cura la creazione di una serie di reading-spettacolo con musiche dal vivo dedicandosi ad alcuni autori letterari come Isabel Allende, Italo Calvino, Primo Levi, Giovannino Guareschi, Fratelli Grimm, Dacia Maraini e Concita de Gregorio. Ha vinto i premi “Wanda Capodaglio” (Primo premio, Bologna, Teatro delle Celebrazioni, Giugno 2001), “Prova d’attore” (Terzo Premio, Torino, Teatro Gobetti, Dicembre 2001) e “Aquilegia Blu” come miglior attrice e miglior autrice con uno studio su “Antonio e Cleopatra”. Lavora dal 2004 come insegnante di recitazione, ha collaborato con la Scuola dei Teatri Possibili, sede di Roma, il Centro Artistico “Il Grattacielo” di Livorno, ha inoltre progettato e condotto il corso “Fabbrica Teatrale” realizzato dall’Assessorato alle Politiche Giovanili del Comune di Roma e il corso "C'è aria di teatro" per quattro anni presso il Comune di Castelleone (Cr).

Recitazione
Corso Triennale per Attori | Corso Biennale per Registi | Corsi di Recitazione

Costanza Filaroni

Costanza Filaroni Laureata in Discipline delle Arti, Musica e Spettacolo (Dams) all’Università degli Studi di Firenze, nel 2014 consegue con lode la laurea magistrale in Scienze dello Spettacolo con una tesi dal titolo “Le commedie musicali di Garinei e Giovannini dal 1952 al 1962”. Nel 2016 si diploma al Corso Biennale di Regia presso la Scuola del Teatro Musicale di Novara, dopo aver approfondito lo studio della recitazione, del canto, della drammaturgia, della danza classica e jazz, partecipando a laboratori e seminari tenuti, tra gli altri, da Eugenio Barba e Eugenio Allegri. Dall’età di quattro anni si forma nella danza accademica secondo il metodo RAD Royal Academy of Dance, sostenendo gli esami fino al livello Intermediate. Nel 2015 lavora come aiuto regista nello spettacolo “Next to normal", diretto da Marco Iacomelli; nello stesso anno è allieva regista per “Pinocchio il Grande Musical”, diretto da Saverio Marconi. Nel 2016 lavora come assistente alla regia in “Studio per un’Opera da Tre Soldi”, diretta da Marco Iacomelli. Dirige il balletto “La Bella Addormentata”, prodotto dalla Scuola del Teatro Musicale, e fonda la compagnia teatrale InstHead, con cui scrive e dirige “La Malvarosa”. Nel 2017 è assistente alla regia nello spettacolo “Green Day’s American Idiot”, diretto da Marco Iacomelli. Per la rassegna Concerti d’Estate della Cappella Musicale del Sacro Monte Calvario ha curato l’adattamento e la regia di “Macbeth”. Dal 2016 collabora attivamente con il Teatro Coccia di Novara, prendendo parte a opere come “Il viaggio a Reims”, diretto di Giampiero Solari, “Aida” e “Delitto e dovere”, dirette da Paolo Gavazzeni e Piero Maranghi, “La paura”, diretta da Simona Marchini, “Così fan tutte” e “Don Giovanni”, dirette da Giorgio Ferrara.

Laboratori di Recitazione
Corso Triennale per Attori | Corso Biennale per Registi

Massimo Fiocchi Malaspina

Massimo Fiocchi Malaspina Nato a Novara, ha compiuto gli studi musicali presso il Conservatorio G. Verdi di Milano dove si è diplomato in Musica corale e Direzione di coro, in Composizione e in Pianoforte e presso il Conservatorio di Santa Cecilia di Roma dove ha conseguito il diploma in Direzione d’orchestra. Si è inoltre perfezionato in Direzione d'orchestra all’Accademia musicale di Pescara sotto la guida di D. Renzetti ed è stato assistente di Fabrizio Maria Carminati in diverse produzioni liriche. In qualità di pianista e di direttore si è esibito presso il Teatro Coccia di Novara, il Teatro Sociale di Como, il Teatro Gobetti di Torino, l’Università americana di Dubai, la Basilica di S. Marco di Milano, il Conservatorio Verdi di Milano, la Sala accademica di Santa Cecilia di Roma, il Teatro Persio Flacco di Volterra, il Teatro Nuovo e il Teatro Manzoni di Milano, la Società Umanitaria e la sala Verdi del Conservatorio di Milano di Milano, la Basilica del Sacro Cuore di Lugano, La Pietà di Venezia, la stagione Syntagma di Milano, la Palazzina Liberty di Milano, il Castello sforzesco di Milano, il Piccolo Teatro, il Teatro sociale di Como e per la RAI. È direttore di diversi cori polifonici e di voci bianche, tra i quali le Voci del Mesma, il coro polifonico Stendhal di Novara, il Piccolo coro crescendo di Arona e i Piccoli cantori di San Marco, realtà con le quali tiene numerosi concerti. Collabora con il Teatro Regio di Parma in qualità di Altro maestro del coro e di Direttore musicale di palcoscenico e con Aslico in qualità di Maestro del coro. È invitato regolarmente in Cina a tenere masterclass universitarie sul repertorio lirico italiano e nel 2016 ha diretto “Cavalleria Rusticana” e “Tosca” a Tokyo. Dal 2011 è Maestro di Cappella presso la Basilica di San Marco di Milano dove dirige anche l’ensemble vocale professionistico. È direttore artistico del Giugno Musicale di San Maurizio d’Opaglio. È docente presso la STM - Scuola del Teatro Musicale con sede al Teatro Coccia di Novara. Laureato in Filosofia all’Università di Lugano, affianca all’attività musicale gli studi medici presso l'Università degli Studi di Milano. Ha vinto diversi premi in concorsi di musica da camera e corale (in duo con il baritono Niccolò Scaccabarozzi e con il coro Le voci del Mesma) e letterari.

Analisi Drammaturgica della Partitura | Canto Corale | Pianoforte Complementare | Teoria, Ritmica e Percezione Musicale | Direzione | Scrittura Corale
Corso Triennale per Attori | Corso Biennale per Registi | Master Annuale per Direttori Musicali

Emanuele Giannasca

Emanuele Giannasca Dopo la maturità classica si laurea in Filosofia presso l’Università degli Studi di Torino con una tesi in Estetica dal titolo La notazione della danza e consegue nel 2011 la Laurea Magistrale in Teatro e Arti della Scena con una tesi in Storia della danza dal titolo La Scuola di Ballo del Teatro alla Scala. Dottorando di ricerca in Spettacolo e Musica presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Torino sotto la direzione del Prof. Alessandro Pontremoli, insegna Storia della danza al Liceo Coreutico Matilde di Canossa di Reggio Emilia.Diplomato alla Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera di Vienna, ha preso parte in qualità di danzatore e mimo ad alcuni balletti e opere presso il Teatro dell’Opera di Vienna quali La Bella Addormentata, Il Lago dei Cigni, Spartacus, Le Nozze di Figaro, Rigoletto e Don Carlos. È stato danzatore della Compagnia di Operette Corrado Abbati dal 2003 al 2005 nelle produzioni No No Nanette, Il Paese del Sorriso, La vedova allegra e Sogno di un Valzer. Nel 2007 entra a far parte della compagnia Adriana Cava Jazz Ballet con la quale collabora negli spettacoli Le Voci del Musical, Momenti Jazz e Fascinosamente Musical.Si perfeziona nella tecnica modern-jazz prendendo parte a stage e workshop con maestri quali Adriana Cava, Virgilio Pitzalis (Teatro Nuovo, Torino), Geraldine Armstrong, Martine Limeul Mattox, Matt Mattox e Rick Odums (Centre International de Danse Jazz, Parigi), Chet Walker, Jeff Shade, Max Stone e Wes Veldnik (Steps on Broadway, New York), Sharon Wong (Alvin Ailey Dance School, New York).Dal 2009 al 2011 frequenta il corso Teorico e Pratico per insegnanti di danza classico-accademica presso l’Accademia Teatro alla Scala e nel 2011 consegue l’Attestato di idoneità all’insegnamento del programma e della metodologia dei primi tre anni della scuola di ballo dell’Accademia Teatro alla Scala.Dal 2005 al 2013 ha insegnato danza classico-accademica e danza modern-jazz presso il Civico Istituto Musicale Brera di Novara, sotto la direzione di Deda Cristina Colonna. Nel 2011 è stato docente di teoria e tecnica della danza jazz-musical per il corso di formazione professionale CEE “Jazz-Musical” presso il Teatro Nuovo di Torino. Attualmente insegna danza modern-jazz nella scuola Jazz-Ballet diretta da Adriana Cava presso il Teatro Nuovo di Torino.

Danza Classica | Danza Modern Jazz | Storia della Danza | Analisi del Testo Coreografico
Corso Triennale per Attori | Corso Biennale per Registi | Master Annuale per Direttori Musicali | Master in Critica Giornalistica | Corsi di Danza

Daniela Gorella

Daniela Gorella Nata a Trieste. fin da piccola frequenta una scuola di danza classica ma all’età di 11 anni si trasferisce a Milano perché ammessa alla Scuola di Ballo del Teatro alla Scala. Si diploma ed entra a far parte del Corpo di Ballo che lascia dopo tre anni per collaborare con Aterballetto. Attratta dalla danza moderna e dalla televisione partecipa a Roma e Milano a numerose trasmissioni: “Fantastico 12” , “Domenica In”, “I Cervelloni”, “Bellezze al Bagno”, “Il Bagaglino”, “Buona Domenica” e “La Sai l’Ultima” avendo la possibilità di lavorare con Franco Miseria, Brian e Garrison, Heater Parisi, Lorella Cuccarini e Natalia Estrada. Ritorna in teatro con Daniel Ezralow e con Vittorio Gassman per una tournée mondiale durata 7 mesi. Con Luca Tommassini partecipa ai concerti live di Claudio Baglioni negli stadi italiani e alla trasmissione “L’Ultimo Walzer” con Fabio Fazio. Inizia a coreografare serate e convention con sfilate per Parah e Radio Montecarlo e il video “Mio Cuggino” di Elio e le storie tese. Firma le coreografie televisive di “Mai Dire Gol” e “Mai Dire Grande Fratello” con la Gialappa’s Band, di “Le Iene” con Alessia Marcuzzi e Luca e Paolo, di “Scherzi a Parte” con Teo Teocoli e collabora con “Le Tutine” per Zelig. Ritorna al teatro e in qualità di assistente di Fabrizio Angelini lavora per Compagnia della Rancia a “Pinocchio”, “Sette spose per sette fratelli”, “Tutti insieme appassionatamente”, “Cabaret”, “The Producers”, diretti da Saverio Marconi, e “Jesus Christ Superstar” diretto da Fabrizio Angelini. Affianca Angelini anche per “La Congiura - Firenze 1478”. Dal 2008 si occupa di formare cast artistici e di realizzare musical e show per villaggi e resort in qualità di coreografa e direttrice artistica. Inizia a coreografare serate e convention con sfilate per Parah e Radio Montecarlo e il video “Mio Cuggino” di Elio e le storie tese. Firma le coreografie televisive di “Mai Dire Gol” e “Mai Dire Grande Fratello” con la Gialappa’s Band, di “Le Iene” con Alessia Marcuzzi e Luca e Paolo, di “Scherzi a Parte” con Teo Teocoli e collabora con “Le Tutine” per Zelig. Ritorna al teatro e in qualità di assistente di Fabrizio Angelini lavora per Compagnia della Rancia a “Pinocchio”, “Sette spose per sette fratelli”, “Tutti insieme appassionatamente”, “Cabaret”, “The Producers”, diretti da Saverio Marconi, e “Jesus Christ Superstar” diretto da Fabrizio Angelini. Affianca Angelini anche per “La Congiura - Firenze 1478”. Dal 2008 si occupa di formare cast artistici e di realizzare musical e show per villaggi e resort in qualità di coreografa e direttrice artistica.

Danza Classica | Repertorio
Corso Triennale per Attori

Marco Iacomelli

Marco Iacomelli Laureato in Scienze e Tecnologie della Comunicazione Musicale all’Università degli Studi di Milano, ha conseguito il Master in Regia d’Opera all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico. Ha studiato composizione e canto al Conservatorio Guido Cantelli di Novara. Ha lavorato per EMI Music Italia e Universal Music Italia ed è stato consulente per la BMG Ricordi nel progetto di digitalizzazione dell’Archivio Storico Ricordi. Ha debuttato alla regia nel 2010 con Lo Zoo di Vetro di Tennessee Williams (Scuola d'Arte Drammatica Paolo Grassi). L'anno seguente ha diretto una riduzione dell’opera Mr. Emmet takes a Walk di Peter Maxwell Davies e David Pountney (Teatr Wielki Opera Narodowa di Varsavia). Tra il 2012 e il 2014 ha firmato, insieme a Saverio Marconi, varie regie di spettacoli del repertorio teatrale musicale nazionale e internazionale. Nel 2015 ha diretto la versione italiana di Next to Normal, spettacolo di Tom Kitt e Brian Yorkey vincitore del Premio Pulitzer e di tre Tony Awards. Nel 2017 ha diretto la versione italiana di Green Day's American Idiot di Billie Joe Armstrong e Michael Mayer.

Direttore Artistico | Regia | Recitazione
Corso Triennale per Attori | Corso Biennale per Registi | Master in Critica Giornalistica

Alessio Imberti

Alessio Imberti Dopo essersi diplomato nel 1996 al corso Operatori per lo Spettacolo della Civica Scuola Paolo Grassi di Milano, dove è nato nel 1971, ha lavorato al Teatro Smeraldo e per la Compagnia Teatrale Fo - Rame, dove, come amministratore di compagnia, ha seguito parte della tournée di “Sesso? Grazie, tanto per gradire”. Nel 2004, per Triangle Production, come amministratore, ha lavorato nello Yucatan, Messico, per il reality-show di Rai Due “La talpa”, esperienza che ha ripetuto nel 2008 in Sud Africa per “La talpa 3” su Italia 1. Nel 2010, per Compagnia della Rancia, ha seguito la produzione del musical “Flashdance” prodotto da Stage Entertainment Italia. Dal 1997 collabora con la Compagnia della Rancia alla produzione e amministrazione di tutti gli spettacoli da allora allestiti.

Diritto e Legislazione dello spettacolo | Economia dello Spettacolo
Corso Triennale per Attori | Corso Biennale per Registi | Master Annuale per Direttori Musicali

Simone Manfredini

Simone Manfredini Direttore d’orchestra, compositore, pianista, orchestratore. Studia presso il Conservatorio G. B. Martini di Bologna e si perfeziona all’Accademia Chigiana, all’Accademia Musicale Pescarese, a Siena Jazz, alla Manhattan School of Music e al Bard College di New York. Attualmente impegnato come Direttore Musicale Associato di “The Lion King” (Lyceum Theatre, London, Disney Theatrical Production), è stato Direttore Musicale de “La Febbre del Sabato Sera” (regia C. Brower, Stage Entertainment Italia), “Sister Act” (regia C. Brower, Stage Entertainment Italia), “Mamma Mia!” (regia P. Lloyd, Stage Entertainment Italia), “La Bella e la Bestia” (regia G. Casale, Stage Entertainment Italia), “High School Musical” (Regia S. Marconi, Compagnia della Rancia), “A Chorus Line” (regia S. Marconi e B. Lee, Compagnia della Rancia, edizione 2008), “Grease” (regia F. Bellone, Compagnia della Rancia, edizione 2006), “Piccola bottega degli orrori” (regia F. Bellone e G. Secoli, Live On Stage con Compagnia della Rancia), “Company” (regia M. Farau, Co!Teatro Musica), Supervisore Musicale Associato di “Sister Act” (regia C. Brower, Stage Entertainment France, Stage Entertainment Nederlands), Supervisore Musicale e Orchestratore di “Flashdance” (regia F. Bellone, Stage Entertainment Italia) e Supervisore Musicale di “Cats” (regia S. Marconi e D. Ezralow, Compagnia della Rancia). Vincitore dei concorsi di composizione “G. Noferini” e “F. e L. Magone”, ha diretto l’Orchestra Sinfonica Milanese e dal 2005 al 2008 è stato assistente del direttore d’orchestra M. Benini. È stato pianista/direttore d’orchestra per la compagnia Oblivion e co-autore e Direttore Musicale degli spettacoli “Hollywood Dreams”, “Christmas Spectacular Show” e “Halloween Cemetary” in scena al parco di divertimenti Gardaland.

Coordinatore Musicale | Direzione | Analisi della Partitura del Teatro Musicale
Corso Triennale per Attori | Corso Biennale per Registi | Master Annuale per Direttori Musicali | Master in Critica Giornalistica

Francesco Marchesi

Francesco Marchesi Si diploma con lode in chitarra classica con Francesco Moccia. Contemporaneamente studia recitazione con, tra gli altri, Sergei Ostrenko, col quale lavora in seguito come attore presso il Teatro A. P. Cechov a Yalta, Crimea. Dal 2009 cura la regia di diversi spettacoli tra i quali “Fools” di Neil Simon, “Woyzeck” di Georg Buchner, “La Signorina Papillon” di Stefano Benni per la compagnia Teatro di Parpignol. Nel 2010 cura la regia di “Primo Maggio” di Pietro Gori, per la scultura di Sam Durant “Dead Labour Day”, in occasione della “XIV° Biennale di Scultura di Carrara”. Nel 2011 consegue il Master di Regia Lirica dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico” e l’Accademia Cignaroli di Verona, organizzato da Opera Academy Verona, sotto la guida di Gianfranco De Bosio, dove ha l’opportunità di studiare con, tra gli altri, Quirino Principe, Hugo de Ana, Pier Luigi Pizzi, Daniele Abbado, Francesco Ernani. È assistente alla regia del M° Gianfranco De Bosio per l’opera “Aida” di Giuseppe Verdi in occasione dell’89° Festival Lirico, Arena di Verona. Nel 2012 viene selezionato da Francesco Micheli e Daniele Abbado per far parte del progetto NovOpera nel quale, inoccasione del Festival del Centenario dell’Arena di Verona, cura la regia di “Falstaff a pezzi/La sit-opera” di Andrea Manzoli su libretto di Carlo Giuseppe Gabardini, commissionata dalla Fondazione Arena di Verona. Nel 2013 cura la regia de “L’Histoire du soldat” di Igor Stravinskij. Nel 2014 è aiuto regista di Saverio Marconi e Marco Iacomelli per la Compagnia della Rancia, nella commedia musicale “Cercasi Cenerentola”. In occasione della rassegna ET-Esperimenti Teatrali cura la regia di “Non c’è due senza soufflé” e “Civico 4” al Teatro Cometa Off per la direzione artistica di Massimiliano Bruno. Nel 2015 è regista collaboratore di Marco Iacomelli per STM-produzione e Compagnia della Rancia per il musical “Next To Normal” di Tom Kitt e Brian Yorkey al debutto assoluto in Italia. E’ semifinalista al “RINGAWARD 2014 international competition for stage direction & design in Graz/Stiria”. Vince il “Nuovo Premio Teatro Traiano” 2015 col corto “InaspettataMente”, scritto e interpretato da Alessia Capua e Salvatore Lanza.

Recitazione
Corso Triennale per Attori | Corso Biennale per Registi

Saverio Marconi

Saverio Marconi Si forma alla Scuola di Recitazione di Dory Cei a Firenze, e poi al Teatro Studio del Metastasio di Prato e ottiene la sua prima scrittura dai padri della commedia musicale, Garinei e Giovannini. Alla regia approda dopo diverse esperienze come attore di cinema, teatro, radio e tv. In teatro lavora con importanti registi come Franco Enriquez e Aldo Trionfo; nel cinema con Paolo e Vittorio Taviani è protagonista di “Padre padrone” (Palmares al Festival di Cannes e Nastro d’Argento come migliore interprete) e “Il Prato”; negli anni ‘70/’80 registi come Gillo Pontecorvo, Luigi Comencini, Pasquale Squitieri lo dirigono come protagonista in numerosi film. Si sperimenta come regista teatrale con un piccolo gruppo marchigiano non professionista, attività che lo porterà a far nascere a Tolentino la Scuola di Recitazione, di cui è ancora oggi Direttore Artistico e poi, la Compagnia della Rancia. Firma la regia di quasi tutti i musical della “Rancia” e oltre all’importazione di grandi successi internazionali crea nuovi musical originali come “Dance!” e “Pinocchio”, rappresentato anche in Corea e a New York. All’estero ha diretto due musical a Parigi per il celebre teatro Folies Bergère e, a Broadway, la fringe-presentation del musical originale “Mac Gregor”. Cura la regia delle opere liriche “Don Pasquale”, “L’elisir d’amore” e “Le Malentendu” per lo Sferisterio di Macerata, “Le donne curiose” di Ermanno Wolf-Ferrari per la stagione invernale della Fondazione Arena di Verona, “Nabucco” per il Teatro Massimo di Palermo e il Teatro Carlo Felice di Genova e “Le convenienze e le inconvenienze teatrali” di Donizetti, coproduzione che vede insieme il Teatro del Giglio di Lucca, il Teatro di Pisa, il Teatro Goldoni di Livorno e il Teatr Wielki-Opera di Poznan. Tra le altre esperienze, la regia del concerto di Gianni Morandi “Come fa bene l’amore” e la regia dello spot pubblicitario per l’acqua minerale “Brio Blu Rocchetta”. Nel 2001 ha fatto parte della Giuria di Qualità del Festival di Sanremo e della Giuria dell’Oscar per la TV. Nel 2006 ha vinto il premio ETI “Olimpici del teatro” per “The Producers”, e nel 2007 Sweet Charity, da lui diretto, ha vinto il Premio “I teatranti dell’anno – Vittorio Gassman”; nel febbraio 2009 riceve il premio musical “L’Italia che Danza” nell’ambito della manifestazione nazionale “Danza In Fiera”, patrocinata dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Nella stagione 2009/2010 ha firmato la regia del musical di Andrew Lloyd Webber “Cats”, uno dei più grandi successi teatrali di tutti i tempi per spettatori, numero di recite e incassi, con la regia associata e le coreografie di Daniel Ezralow. Nel 2011 torna in scena come attore, interpretando il ruolo di Abel Znorko in "Variazioni enigmatiche" di Éric-Emmanuel Schmitt per la regia di Gabriela Eleonori, e firma la regia dello spettacolo tratto dal film vincitore di 4 premi Oscar “Rain Man”, con Luca Lazzareschi e Luca Bastianello.

Regia
Corso Biennale per Registi

Gabriele Moreschi

Gabriele Moreschi Nato a Jesi nel 1970. Diplomato in scenografia all’Accademia di Belle Arti di Urbino nel 1995. Dal 1994 al 2000 lavora per il Rossini Opera Festival di Pesaro in qualità di macchinista – costruttore per opere come “L’italiana in Algeri” di Dario Fo, “Semiramide” di Hugo De Ana, “Guglielmo Tell” di P. L. Pizzi, “Cenerentola” di L. Ronconi, “Le Siège de Corinthe” di M. Castri e Balò. Dal 1996 lavora per la Compagnia della Rancia in qualità di capo macchinista per i musical “Cantando sotto la pioggia”, “Sette spose per sette fratelli”, “Dance!”. Dal 2001 ad oggi per la Compagnia della Rancia lavora in qualità di direttore tecnico per gli spettacoli: “Dance!”, “Grease”, “Sette spose per sette fratelli”, “Bulli e pupe”, “Cantando sotto la pioggia”, “Pinocchio”, “Tutti insieme appassionatamente”, “The Producers”, “Sweet Charity”, “Cabaret”, “Jesus Christ Superstar”,” Il giorno della tartaruga”, “A Chorus Line”, “High School Musical”, “Happy Days”, “Rain Man”; è stato direttore tecnico anche per il musical “Flashdance” prodotto da Stage Entertainment. Come Scenografo firma le scene di: ”Bulli e pupe” regia di F. Angelini (Compagnia della Rancia), “Jesus Christ Superstar” regia di F. Angelini (Compagnia della Rancia), “Grease” regia di F. Bellone (Compagnia della Rancia), “3 metri sopra il cielo” regia di M. Simone (Palazzo Irreale), “Il giorno della tartaruga” regia di S. Marconi (Compagnia della Rancia), “A Chorus Line” regia di S. Marconi (Compagnia della Rancia), “High School Musical” regia di S. Marconi (Compagnia della Rancia), “Pippi calzelunghe” regia di F. Angelini in collaborazione con G. Proietti (Teatro Argentina di Roma), “Le Malentendu” opera tratta dal testo di A. Camus con la regia di S. Marconi (Macerata Opera Festival), “Cats” con la regia di S. Marconi (Compagnia della Rancia), “Rain Man”, con la regia di S. Marconi (Compagnia della Rancia).

Scenotecnica | Elementi di scenotecnica
Corso Triennale per Attori | Corso Biennale per Registi

Serena Pasquini

Serena Pasquini Serena Pasquini si diploma in pianoforte e canto presso il Conservatorio G.Verdi di Milano, e consegue la laurea in Musicologia presso l’Università Statale. E’ abilitata dall’Istituto Italiano Suzuki all’avviamento alla musica dei bambini in età prescolare. La sua attività d’insegnante di pianoforte inizia nel 2000, a soli 18 anni, quando viene scelta come insegnante aggiunta di pianoforte della scuola i Piccoli Musicisti di Milano. Al 2006 diviene insegnante titolare di pianoforte, canto e maestro di coro presso l’Albero della Musica. La sua esperienza di insegnamento ha riguardato anche persone diversamente abili (autismo e sindrome di Down). A partire al 2011 collabora con l’As.Li.Co (Associazione Lirica Concertistica del Teatro di Como) per iniziative di didattica musicale finalizzate alla divulgazione dell’opera nelle scuole materne, primarie e secondarie. Questa attività l’ha portata a girare tutto il Nord Italia per preparare le scuole alla partecipazione attiva a spettacoli di opera. In questa esperienza ha lavorato con più di 15.000 bambini e 1.000 insegnanti. Da sempre affianca all’insegnamento un’intensa attività concertistica come pianista e cantante. Al pianoforte, per esempio, collabora con frequenza alle presentazioni di libri di poesia di Sebastiano Grasso, Mario Luzi e Géza Szocs. Il suo debutto ufficiale come soprano solista avviene nel gennaio 2008, nella Stagione Lirica del Teatro Comunale di Potenza, come Suor Infermiera (“Suor Angelica” – G. Puccini). Nell’ottobre dello stesso anno debutta al Teatro alla Scala come Prima Contadina ne “Le Nozze di Figaro” di Mozart. Nel 2008 è premiata al Concorso Internazionale Magda Olivero con borsa di studio Bartezzaghi. Ha cantato in molti teatri in Italia e nel mondo, tra i quali Teatro alla Scala, Teatro Verdi di Pisa, Teatro Donizetti di Bergamo, Teatro nuovo di Ferrara, il Teatro di Tegucigalpa (Honduras) e il Teatro di Lugano.

Pianoforte Complementare
Corso Triennale per Attori

Donato Pepe

Donato Pepe Studia al SAE Institute dove si diploma in Sound Engineering e si laurea in Audio Production. Frequenta il Corso di specializzazione per backliner, P.A. Manager e Front of House presso le Scuole Civiche Milano. Lavora, tra gli altri, per Flavio Boltro, Dario Deidda, Brand New, Inti illimani, Twin Atlantic, Monuments, Bollani, Tazenda, God Is An Astronaut, Ambrogio Sparagna, Massimo Di Cataldo, Fiordaliso, Archimia, GnuQuartet. Cura il sound design dei documentari “Saga”, “No Pass”, “Lightning Field Still Lightning”, “Faccia Gialla” di Paolo Boriani. Produce l’album “Next to Normal - Original Italian Cast Recording”. Registra, mixa e masterizza la nuova versione di “Grease - Nuova Versione Italiana”. È fonico per la tournée italiana di “Next to Normal” e per “Fame” al Teatro Nazionale di Milano. Firma il sound design della rock-opera “Green Day’s American Idiot” e “Grease” in Italia e de “La Famiglia Addams” a Parigi.

Sound Design | Elementi di Sound Design
Corso Triennale per Attori | Corso Biennale per Registi | Master Annuale per Direttori Musicali | Master in Critica Giornalistica

Carla Ricotti

Carla Ricotti Sin dal 1995, anno in cui debutta come scenografa e costumista al Piccolo Teatro di Milano con Il Piccolo Principe di Saint Exupery, regia di S. de Luca, ha firmato numerosi spettacoli di prosa con molti registi tra i quali A. Longoni, G.De Monticelli, G. Bosetti, M.Scaparro. Ha collaborato ai costumi con J.McFarlane, J.Ivory e J.Paul Gaultier presso il teatro alla Pergola di Firenze. Nel 1996 debutta nella lirica creando i costumi per diverse produzioni nei più grandi teatri europei. Dal 2001 segue una assidua collaborazione con il regista A. Bernard per diversi spettacoli fra cui Le Roi de Lahore al teatro la Fenice di Venezia, La Traviata al Teatro dell’Opera di Stato di Praga, Falstaff al Teatro S.Carlo di Napoli e l’Opera de Lausanne, Carmen alla Finnish National Opera di Helsinki e ABAO Olbe di Bilbao, Pique Dame al Theatre du Capitole di Toulouse, Thais al Megaron Concert Hall in Atene, Otello al Teatro Bolshoi di Mosca e Bohéme al Teatro Mikahilowsky di San Pietroburgo che nel 2012 le è valso la nomination al Golden Mask come miglior costume designer dell’anno. Nel 2011 collabora con la Compagnia della Rancia firmando scene e costumi del musical Happy Days, con la regia di S. Marconi. Dall’anno 2005 è docente presso l’Accademia di Belle Arti Brera.

Scenografia | Storia del Costume Teatrale | Trucco e Parrucco
Corso Triennale per Attori | Corso Biennale per Registi | Master in Critica Giornalistica

Nadia Scherani

Nadia Scherani Già da bambina vive per la danza, scoprendo il teatro grazie al suo primo maestro: il suo papà. Dopo anni di studio a Genova, sua città natale, è tra le prime classificate e finalista in vari concorsi di danza. Si diploma come ballerina classica al Liceo Coreutico del Teatro Nuovo di Torino e durante l'accademia, firma il suo primo lavoro da coreografa a 16 anni: “Mondo Snoopy” prodotto da TorinoSpettacoli. Approda nel mondo del musical a 17 anni in “Musical Maestro!” con M. Frattini e nel film “Come se fosse amore“ con i Cavalli Marci. Nel 2003 debutta ufficialmente con la Compagnia della Rancia in “Grease” e, successivamente, in “Pinocchio, il Grande Musical”. Interpreta il ruolo di Chiffon in "Piccola Bottega degli Orrori“, regia di F. Bellone e nelle vesti di Pallina, la co-protagonista di "Tre Metri Sopra il Cielo. Lo Spettacolo”, regia di M. Simone. È nel cast di “Christmas Show”, “On The Air”, “Mamma Mia 2”, “We Will Rock You” e “Sindrome da Musical”. Nel 2017 è in tour con “Cabaret”, regia di S. Marconi. Parallelamente al teatro compare come ballerina e attrice in varie trasmissioni televisive tra le quali “Zelig”, “Vi faremo sapere”, “A proposito di Cattelan”. È coreografa e attrice per la serie tv Mediaset “Non smettere di sognare”. Firma le coreografie di: “Il Dono” di L. Biolcati, dello spettacolo “Line”, di “Out-Ing”, di “Dialogo” e di “Masked” per Elevation Show. Nel 2017 coreografa di “Bernarda Alba”, regia di S. Marconi.

Danza Contemporanea
Corsi di Danza

Gianluca Sticotti

Gianluca Sticotti È nato a Trieste, dove ha conseguito la laurea in Architettura. Successivamente si è diplomato presso la Bernstein School of Musical Theater di Bologna.
La stagione teatrale 2015/2016 lo vede in scena con due importanti produzioni, “Pinocchio il grande musical” nei panni del Gatto, e la nuova edizione di “Grease”, riconfermandosi come Kenickie, e realizzandone l'ultimo cd ufficiale.
In questi due show affianca a quelli in scena il ruolo di Vocal Coach della Compagnia della Rancia, e nel frattempo consegue il Diploma di 5° livello di Teoria Musicale, London College of Music, West London University.
A ottobre del 2015 prende parte agli European Music Awards di MTV, come corista di Ellie Goulding. Il 2014 lo vede impegnato in “Cercasi Cenerentola”, la favola musicale di Saverio Marconi e Stefano D’Orazio, dopo aver vestito i panni di Kenickie nelle ultime due edizioni di “Grease”. Nello stesso anno interpreta George Berger nel musical “Hair”, prodotto da Magroprog, al teatro Nuovo di Milano.
A dicembre 2013 ha partecipato come solista al “Galà dell’Operetta e del Musical”. Tra il 2011 e il 2012 ha viaggiato sul glitterato pullman di “Priscilla, la Regina del Deserto”, come Farrah/Young Bernadette e Miss Understanding.
Ha lavorato per due stagioni ne “La Bella e la Bestia” della Stage Entertainment, trasformandosi in Monsieur D’Arque e Lumière.
Ha collaborato con il teatro stabile Rossetti di Trieste, in spettacoli come “24h”, di cui è ideatore e interprete, “On Air, il musical in diretta” nel 2012, e “Musical StarTS”, diretto da Fabrizio Angelini. E' stato Molina, protagonista de “Il Bacio della Donna Ragno”, al Teatro Comunale di Bologna, che l'ha visto anche impegnato nella prima europea di “A Beggar’s Holiday”.
Ha realizzato diversi spot televisivi e shooting, per Old Wild West, Vodafone, Chateaux d'Ax e Anna Purna. E' stato modello e dance trainer nel servizio “Balliamo!” per IoDonna (2014).
Ha collaborato con il marchio Dolce&Gabbana, come presentatore e cantante, affiancando artisti internazionali del calibro di Kylie Minogue.

Canto
Corso Triennale per Attori

Carlo Susa

Carlo Susa Dopo la laurea in Lettere Moderne, si è addottorato in “Teoria e storia della rappresentazione drammatica”, discutendo una tesi sul ruolo dei personaggi ebrei nel teatro religioso medievale europeo. Da quasi quindici anni, svolge attività didattiche a livello accademico. Dopo aver condotto 'laboratori' ed 'esercitazioni', per cinque anni ha insegnato “Storia del teatro” e “Antropologia del teatro” all'Università Cattolica di Brescia. Dal 2004, tiene i corsi di “Storia dello spettacolo I, II e III” e di “Tecniche performative per le arti visive” nel triennio della Scuola di Scenografia dell'Accademia di Belle Arti SantaGiulia di Brescia. Autore di diverse pubblicazioni scientifiche, è anche coautore e curatore di un manuale accademico, Storia essenziale del teatro. Dal 2006, cura un progetto di 'teatro di comunità' inserito nel programma di “Crucifixus – Festival di primavera”. Quando capita l'occasione, si dedica all'attività di drammaturgo: fino ad ora sono una quindicina i suoi testi messi in scena da compagnie studentesche, semiprofessionistiche, o professionistiche. Da qualche anno si sta dedicando ad uno studio serio del teatro di William Shakespeare.

Storia del Teatro | Analisi Drammaturgica del Libretto | Scrittura Drammatica | Storia della Critica Teatrale
Corso Triennale per Attori | Corso biennale per Registi | Master Annuale per Direttori Musicali | Master in Critica Giornalistica

Ilaria Suss

Ilaria Suss Inizia da piccolissima a muovere i primi passi nella danza. Dopo alcune esperienze in televisione e come attrice nella prosa, si avvicina al mondo del musical grazie a Gillian Bruce ed è sua assistente nell’allestimento di “Anything Goes”. Per Palazzo Irreale è nel cast e assistente coreografa di “Toc Toc a Time for Musicale”. È nel cast di “Pinocchio” (in Italia, Seoul e New York) e in due edizioni di “Cabaret”, col ruolo di Hilda, di Compagnia della Rancia. Per Compagnia della Rancia è assistente alle coreografie di Gillian Bruce in “High School Musical”, “Happy Days”, “Frankenstein Junior”, “Cercasi Cenerentola”, “Cabaret” e “Grease”. È assistente coreografa di Gillian Bruce nel workshop Disney su “Newsies”. Per Wizard Production è assistente alle coreografie di Gillian Bruce in “Dirty Dancing - The Classic Story on Stage”. Con Gillian Bruce, Valentina Bordi e Marcello De Toffoli fonda la prima compagnia di tip tap italiana: i Tappers. È coreografa per la Giais International Group negli spettacoli al Casinò di Campione d'Italia. Firma le coreografie dello spettacolo “Mina Vagante”, regia di Sandro Querci, e del primo spettacolo italiano che debutta in Paraguay “Be Italian”, regia di G. Fontani.

Danza Modern Jazz | Tip Tap | Movimento Coreografico
Corso Triennale per Attori | Corsi di Musical | Corsi di Danza

Roberto Tagliani

Roberto Tagliani Bresciano, è filologo di professione e melomane per passione. Lavora presso la cattedra di Filologia romanza dell’Università degli studi di Milano; è autore e curatore di volumi e saggi critici di argomento filologico, letterario e linguistico. È tra i fondatori dell’associazione «Pazzi per l’Opera», che ha per scopo la divulgazione della cultura musicale del teatro d’opera; in questa veste collabora con il Teatro Grande di Brescia, presentando al pubblico degli abbonati e delle scuole conferenze dedicate alle produzioni operistiche in cartellone nelle stagioni liriche della città. Da molti anni svolge, altresì, attività di conferenziere e divulgatore della cultura musicale e operistica presso varie realtà istituzionali, scolastiche e culturali del territorio bresciano.

Storia dell'Opera | Seminari sull'Opera
Corso Triennale per Attori | Corso Biennale per Registi | Corso per Pianisti Accompagnatori | Master in Critica Giornalistica

Francesca Taverni

Francesca Taverni Francesca è nata a Firenze nell’aprile del 1968. Si è diplomata in danza classica con la Royal Academy of Dancing di Londra nel 1988. Le sue esperienze teatrali includono: Madre Superiora in “Sister Act”, regia Saverio Marconi; Diana in “Next to normal”, regia Marco Iacomelli. Giulia in “Replay”, regia di Mauro Simone; Cathy in “The Last Five Years”, regia di Mauro Simone; Sister Joan in “Outing”, versione italiana di “Bare”, regia di Mauro Simone; “Best of Musical”, regia Chiara Noschese; La baronessa ne “Il cappello di paglia di Firenze”, regia di Sandro Querci; Sora Rosa in “L’Acqua Cheta il Musical”, regia Sandro Querci; Donna in “Mamma Mia!”, Stage Entertainment Italia (Milano e Roma); Cathie in “Questi 5 anni”, versione italiana di “The last five years”, regia Piero di Blasio; Ensemble e cover Madame Akaber in “Wicked”, Stage Entertainment Germania (Stoccarda); Liz Imbrie in “Alta Società”, regia Massimo Piparo (tour italiano); Grizabella, Bombalurina, Demeter, Jellylorum e Gumbie in “Cats”, Stage Entertainment Germania (Berlino e tour tedesco); Maureen in “Rent”, Produzione Pavarotti International (tour italiano); Annette in “La Febbre del Sabato Sera”, regia Massimo Piparo (tour italiano); Maggie, Val, Diana e Cassie in “A Chorus Line”, regia Saverio Marconi (tour italiano); Nanette in “No, no, Nanette”, con Pippo Santonastaso (tour italiano). Francesca è anche stata la voce dello spot di Natale della Coca-Cola del 2000. Nello stesso anno riceve il premio IMTA come Miglior Performer Femminile di Musical in Italia per Maureen in “Rent”. Nel 2015 registra la nuova sigla del cartone animato Heidi in 3D. Le sue esperienze discografiche includono: “Desde la calle”e “Anima Revuelta” con El V and The Gardenhouse, “Next to normal”. Lo spettacolo più bello che Francesca ha fatto? Suo figlio Ruben Santiago!

Recitazione
Corso Triennale per Attori | Corso Biennale per Registi

Valerio Tiberi

Valerio Tiberi Firma il disegno luci di numerosi musical prodotti in Italia: “Flashdance” per Stage Entertainment, “The Mission” per il Sejong Theater di Seoul, regia di Stefano Genovese; per le produzioni di Compagnia della Rancia dirette da Saverio Marconi: “Frankenstein Junior” (regia associata Marco Iacomelli), “Happy Days”, “Cats”, “The Producers”, “Cabaret”, “Il giorno della tartaruga”, “A Chorus Line”, “High School Musical”, “Grease”, “Pinocchio” per il tour in Korea, (Seoul Art center) e a New York (The Kaye Playhouse). Sempre per la Compagnia della Rancia cura il disegno luci di “Rain Man”. Per il teatro d'opera: "Norma" al Teatro Verdi di Sassari per la regia di Andrea Cigni; "Nabucco" al Teatro Massimo di Palermo, “Le Malentendu” per lo Sferisterio Opera Festival e "Convenienze inconvenienze teatrali" per il Teatro Verdi di Pisa con la regia di Saverio Marconi; “Il viaggio a Reims” per il Centro di Promozione Lirica Francese, regia N. Berloffa, “Un ballo in maschera” al Teatro Verdi di Salerno, regia Pier Paolo Pacini. Nel teatro di prosa collabora con i registi A. Pugliese e F. Grossi per il Teatro Eliseo di Roma e con lo Shakespeare Festival di Verona in spettacoli come "Amleto", “La dodicesima notte”, “Il piacere dell'onestà”, “Le allegre Comari di Windsor”; "Cyrano di Bergerac", "La lampadina galleggiante". Nel maggio 2010 debutta al Teatro alla Scala di Milano per il balletto “Immemoria”, coreografie di Francesco Ventriglia, con il quale collabora di nuovo nel 2011 al Teatro del Maggio Musicale a Firenze per "Serata Sacra", dove firma anche il disegno luci per “Il lago dei cigni”, con le coreografie di Paul Chalmer. Dal 2008 collabora ai galà di danza “Roberto Bolle & friends”. È docente al corso per realizzatori luci all'Accademia del Teatro alla Scala e nel progetto Scenart al Teatro Operetta di Bucarest. Un particolare ringraziamento va a Marco Filibeck, suo amico e maestro.

Light Design | Elementi di Light Design
Corso Triennale per Attori | Corso Biennale per Registi | Master in Critica Giornalistica

Patrizia Tosi

Patrizia Tosi Si diploma presso la Scuola di Ballo dell’Istituto Civico Brera nel 1972 con esaminatore Roberto Fascilla. Dal 1973 al 1975 studia a Londra e a Montecarlo con Rossella Hightower e continua in Italia con i migliori maestri come Vera Colombo, Bruno Vescovo, Barbara Geroldi. Nel 1976 entra a far parte del Corpo di Ballo del Teatro Regio di Torino, successivamente dal 1977 al 1988 nel Corpo di Ballo del Teatro alla Scala dove ottiene ruoli in coreografie di Rudolf Nureyev, Glenn Tetly, Balanchine, Louis Falco, Roland Petit, Josef Russillo, Alvin Ailey e danza nei teatri più importanti del mondo: Metropolitan di New York, Colon di Buenos Aires, San Paolo Brasile, San Francisco, St. Louis, Atlanta, Ottawa. Dal 2008 al 2010 partecipa come guest alla produzione “Romeo e Giulietta” con la coreografia di Giorgio Madia, nel ruolo della Nutrice con il Balletto di Milano, danzando nei principali teatri italiani ed esteri. Dal 2004 al 2013, docente presso l’Istituto Civico Musicale Brera, nel 2012 ottiene l’incarico di vice direttrice della scuola di ballo, ma aveva già collaborato nel 1998 sotto la direzione artistica di Vittoria Minucci, mentre dal 1980 al 1994 ha insegnato presso la Scuola di Danza Tosi di Novara sotto la guida di Vera Colombo e poi fondando con Vittoria Minucci il Centro Internazionale Danza con maestri di fama internazionale (Leonid Nikonov, Francois Sedeno, Vera Karpenko, Paolo Podini, Elena Putina). Ultimi corsi di aggiornamento attestati: 2010 corso di aggiornamento “La Didattica della Scuola di Ballo dell’Opèra National de Paris” con Marc Du Bouays 2012 corso di aggiornamento di Tecnica propedeutica alla Danza sulla metodologia di Laura Fanetti 2012 corso di aggiornamento presso la Scuola di Ballo del Teatro alla Scala 2013 corso di aggiornamento della tecnica Balanchine con i Principals del New York City Ballet

Danza Classica
Corso Triennale per Attori | Corsi di Danza

Marco Trespioli

Marco Trespioli Nato a Novi Ligure (AL), dove inizia gli studi musicali presso l’Istituto Musicale “A. Casella” diretto dal M° Gianmarco Bosio e teatrali presso il Teatrolab di Francesco Parise, si diploma come musical theatre performer presso la Bernstein School of Musical Theatre di Bologna. Durante questo periodo ha avuto l’opportunità di interpretare in scena personaggi quali Beadle Bamford (Sweeney Todd), Frankie Epps (Parade), Scippa (The Beggar’s Holiday), Gordo e Mr. Bungee (A New Brain) e Molina (Kiss of the Spider Woman), in teatri di grande prestigio come il Politeama Rossetti di Trieste e il Teatro Comunale di Bologna. Presso il Teatro Comunale di Bologna ha successivamente preso parte alle produzioni di musical quali “Les Misérables" (Marius) e "Evita" (Magaldi). Ha partecipato alle riprese del film “Cenerentola – una favola indiretta”, per la regia di Carlo Verdone. La stagione teatrale 2012/13 lo ha visto parte del cast di “Shrek – il musical” in tournée nelle maggiori città italiane. Nell’estate 2013 ha partecipato alla prima edizione del Summer Musical Festival organizzato da “Bernstein School of Musical Theatre”, “Atti Sonori” e il Teatro Comunale di Bologna durante il quale ha avuto il piacere di interpretare i ruoli di Henrik in “A Little Night Music” di Stephen Sondheim e Jackie in “The Wild Party” di Michael John LaChiusa. Sempre nel 2013 è stato parte del cast del nuovo musical, con le canzoni dei Matia Bazar, “Solo tu”, nel ruolo di Mister Mandarino. A marzo 2014 si è laureato in canto lirico presso il Conservatorio “A. Vivaldi” di Alessandria sotto la guida del Maestro Claudio Ottino e ha iniziato il perfezionamento in canto lirico con il soprano Gabriella Ravazzi. Nell'ottobre 2014 ha aperto la stagione concertistica dell'orchestra Milano Classica con l'opera "Pépito" di J. Offenbach. Nella stagione 2015 interpreta Eddie nel nuovo allestimento del musical "Sister Act" per la regia di Saverio Marconi.

Canto
Corso Triennale per Attori

Andrea Zanforlin

Andrea Zanforlin Pianista, ha compiuto gli studi musicali sotto la guida di G. A. Brustia, diplomandosi presso il Conservatorio “G. Verdi” di Milano. La sua formazione classica prosegue con A. Maffei e M. Spina. Ha partecipato a numerosi concorsi pianistici nazionali e internazionali classificandosi tra le prime posizioni. Le sue competenze musicali si estendono anche in ambito jazz: ha seguito Masterclass con Danilo Rea, Dado Moroni e Kenny Barron e frequentato i seminari di perfezionamento di Ramberto Ciammarughi. È stato responsabile area workshop, jam session ed eventi collaterali del Novara jazz festival, in occasione del quale si è esibito all'interno di varie formazioni. Il corso di Maestro collaboratore presso l’Associazione Opera rinata (Torino) con A. Lampo lo porta a svolgere questa attività da diversi anni, collaborando, per il canto lirico, con T. Korra e M. L. Sanchez Carbone, per la danza con V. Minucci e i ballerini del Teatro alla Scala (Nikonov, Sedeno, Smirnova) e, dal 2010, con la soprano Tiziana Ducati in qualità di pianista ed organizzatore dei corsi di alto perfezionamento lirico tenuti presso la Scuola di Musica Dedalo di Novara. Nel 2015 ha conseguito la qualifica professionale di maestro collaboratore del repertorio mozartiano e rossiniano presso il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto. È organizzatore e pianista collaboratore per le Masterclass di alto perfezionamento del baritono Federico Longhi a Novara e della soprano Natalia Lemercier in Spagna. Nel 2016 ha partecipato alla produzione de "L’Opera da tre soldi" di K. Weill presso il Teatro Coccia di Novara e ai "Carmina Burana" nella versione per due pianoforti, percussioni e coro presentato alla cava di Trontano. A seguito della Masterclass tenuta dalla soprano Katia Ricciarelli e dal M° Paolo Spadaro è stato selezionato, in qualità di Maestro di sala e di palcoscenico, per la produzione di "Turandot", sotto la direzione del M° Stefano Seghedoni e del M° Stefano Giaroli, in occasione del Festival Tones on the stones a Bellinzona e Domodossola.

Tecniche e Pratica di Accompagnamento al Pianoforte | Tecniche e Pratica di Accompagnamento per la Danza | Repertorio
Corso per Pianisti Accompagnatori